Raccomandato, 2019

Scelta Del Redattore

Dolore al fegato: sintomi e cause
Come posso ottenere i benefici del succo di carota?
Lo yoga può migliorare la tua vita sessuale?

Rischio di suicidio elevato tra i pazienti con cancro del polmone

Tra tutti i tumori, le persone con cancro ai polmoni sono maggiormente a rischio di suicidarsi, trova una nuova ricerca presentata alla conferenza internazionale dell'American Thoracic Society del 2017.


Rispetto ai tassi di suicidio nei tre tipi più comuni di cancro non cutaneo, i tassi di suicidio associati al cancro del polmone sono significativamente più alti.

Secondo l'American Cancer Society, escludendo il cancro della pelle, il cancro del polmone è la seconda forma più comune di cancro negli Stati Uniti e la principale causa di morte associata al cancro per uomini e donne.

I sintomi del cancro del polmone non vengono spesso notati fino a quando non si è diffuso attraverso i polmoni o in altre parti del corpo. A causa della mancanza di sintomi nelle fasi iniziali, le prospettive per il cancro del polmone non sono buone come alcuni altri tipi di cancro.

I tassi di sopravvivenza del cancro del polmone variano ampiamente e dipendono da quanto tempo viene diagnosticata la condizione, da quanto si è diffuso e dalla salute generale della persona al momento della diagnosi. La diagnosi precoce può fare una differenza significativa per i tassi di sopravvivenza.

Ricerche precedenti hanno riportato che le difficoltà sociali e psicologiche connesse a una diagnosi di cancro possono a volte portare ad un aumento del numero di suicidi rispetto alla popolazione generale.

Nel nuovo studio, i ricercatori hanno cercato di esplorare i tassi di suicidio specificamente associati al cancro del polmone rispetto alla popolazione generale, così come con i tre tipi più comuni di cancro non-cutaneo: seno, prostata e colon-retto.

Mohamed Rahouma, ricercatore post-dottorato di ricerca cardiotoracica presso il Weill Cornell Medical College e il New York-Presbyterian Hospital, entrambi a New York, ha condotto la ricerca.

Rahouma e i suoi colleghi investigatori hanno utilizzato un ampio database nazionale chiamato Programma di sorveglianza, epidemiologia e risultati finali (SEER) del National Cancer Institute per analizzare le morti per suicidio associate al cancro. SEER fornisce dati sulle statistiche sul cancro per cercare di ridurre l'onere del cancro tra la popolazione degli Stati Uniti.

Le morti per suicidio sono state valutate su 3.640.229 pazienti nel database SEER per tutti i tipi di cancro e individualmente per cancro al polmone, al seno, alla prostata e al colon-retto.

I tassi di suicidio associati al cancro del polmone sono del 420% più alti

Per un periodo di 40 anni, ci sono stati 6.661 suicidi correlati alla diagnosi del cancro. I ricercatori hanno scoperto che i tassi di suicidio nelle persone con qualsiasi tumore erano del 60% più alti rispetto alla popolazione generale. Inoltre, rispetto alla popolazione generale, i tassi di suicidio per cancro al seno e cancro alla prostata sono aumentati del 20%. C'era anche un aumento del rischio del 40% tra i pazienti con cancro del colon-retto.

Le percentuali più elevate di suicidio sono state osservate in persone con cancro ai polmoni. I tassi di suicidio tra i pazienti con cancro del polmone erano del 420% più alti rispetto alla popolazione generale. In particolare, i pazienti asiatici sono stati identificati come aventi un aumento di oltre 13 volte i suicidi, mentre i pazienti maschi hanno avuto un aumento quasi di nove volte.

Altri fattori che hanno influenzato e aumentato il rischio di suicidio sono stati vedovi, essendo più anziani, rifiutando il trattamento chirurgico per la condizione e avendo un tipo di cancro ai polmoni difficile da trattare (noto come metastatico).

"Volevamo vedere qual è l'impatto di uno degli eventi più stressanti della vita sui pazienti, penso che sia giusto dire che la maggior parte dei medici non pensa al rischio di suicidio nei pazienti oncologici: questo studio, spero, cambierà questo siamo più consapevoli di quelli a maggior rischio di suicidio in modo che questa catastrofe nella cura dei nostri pazienti non avvenga ".

Mohamed Rahouma

Nel corso dei 40 anni dello studio, i tassi di suicidio sono diminuiti, osservano gli autori. I tassi di suicidio si riducono notevolmente tra i pazienti con cancro del polmone rispetto ai tumori della mammella, della prostata e del colon-retto.

"Mentre la consulenza per la diagnosi del cancro è una pratica consolidata, soprattutto se un paziente sembra depresso, il riferimento per il supporto psicologico e il counseling in genere non si verifica, rappresenta un'opportunità persa per aiutare i pazienti con una diagnosi devastante", conclude Rahouma.

Scopri come un esame del sangue può portare a un precedente trattamento personalizzato del cancro del polmone.

Categorie Popolari

Top