Raccomandato, 2019

Scelta Del Redattore

Dolore al fegato: sintomi e cause
Come posso ottenere i benefici del succo di carota?
Lo yoga può migliorare la tua vita sessuale?

I pasti regolari possono proteggere dalle malattie cardiache

I modelli alimentari regolari e la pianificazione dei tempi e della frequenza dei pasti sono comportamenti che possono portare a uno stile di vita più sano e ridurre il rischio di malattie cardiache, diabete e ictus, secondo una nuova dichiarazione scientifica pubblicata sulla rivista American Heart Association Circolazione.


Fare regolarmente colazione e consumare la maggior parte delle calorie all'inizio della giornata sono schemi alimentari che possono aiutare a ridurre il rischio di malattie cardiovascolari.

La nuova dichiarazione dell'American Heart Association (AHA) fornisce una panoramica delle attuali prove scientifiche che suggeriscono che quando e quanto spesso le persone mangiano possono influenzare i loro fattori di rischio per infarto e ictus, così come altre condizioni cardiache e dei vasi sanguigni.

La ricerca ha dimostrato che gli schemi comportamentali dell'adulto per mangiare pasti e spuntini sono cambiati negli ultimi 40 anni negli Stati Uniti.

Per le donne, c'è stata una riduzione dell'apporto energetico dai pasti, dall'82% al 77% e un aumento dell'apporto energetico degli snack, dal 18% al 23%. Tendenze simili sono state riportate negli uomini.

Anche la tendenza a mangiare tre pasti standard al giorno è diminuita sia negli uomini che nelle donne. Le persone negli Stati Uniti ora hanno l'abitudine di mangiare tutto il giorno piuttosto che attenersi a determinati orari dei pasti.

"Il tempismo dei pasti può influire sulla salute a causa del suo impatto sull'orologio interno del corpo", dice Marie-Pierre St-Onge, Ph.D., presidente del gruppo di scrittura, e professore associato di medicina nutrizionale presso la Columbia University di New York City.

"Negli studi sugli animali, sembra che quando gli animali ricevono cibo mentre sono in una fase inattiva, come quando dormono, i loro orologi interni vengono ripristinati in un modo che può alterare il metabolismo dei nutrienti, con conseguente aumento di peso, insulino-resistenza e infiammazione ", Spiega St-Onge. "Tuttavia, ulteriori ricerche dovrebbero essere fatte negli esseri umani prima che ciò possa essere dichiarato come un dato di fatto", aggiunge.

Il consumo giornaliero di colazione può aiutare a prevenire le malattie croniche

La colazione viene spesso descritta come "il pasto più importante della giornata", ma la ricerca indica che il 20-30% degli adulti americani salta la colazione. Il calo del consumo della colazione è stato associato ad un aumento dei tassi di obesità. Inoltre, saltare la colazione è stato collegato a un maggior rischio di malattie cardiovascolari, diabete di tipo 2 e malattie croniche.

I ricercatori dell'AHA suggeriscono che se gli adulti statunitensi dovessero fare colazione tutti i giorni, gli effetti avversi associati al metabolismo di glucosio e insulina sarebbero ridotti. Inoltre suggeriscono che una consulenza dietetica completa che supporti il ​​consumo giornaliero di colazione può aiutare le persone a mantenere abitudini alimentari sane durante la giornata.

La frequenza e la frequenza dei pasti sono state collegate a fattori di rischio di malattie cardiache e di ictus, tra cui ipertensione, colesterolo e livelli di glucosio nel sangue, nonché obesità, insulino-resistenza e sensibilità all'insulina.

Concentrarsi sui tempi e sulla frequenza dei pasti può essere un punto di partenza per affrontare l'epidemia di obesità. È stato dimostrato che i cambiamenti nella dieta che promuovono un apporto energetico regolare con la maggior parte delle calorie consumate nelle prime ore del giorno hanno effetti positivi sui fattori di rischio per malattie cardiache, diabete e peso corporeo.

Inoltre, le linee guida che ruotano attorno alla frequenza e alla tempistica del pasto possono aiutare le persone a migliorare la qualità della loro dieta senza dover limitare le calorie per promuovere la perdita di peso.

Studi più ampi dovevano confermare come la tempistica dei pasti influenzi il rischio di malattia

La dichiarazione osserva che, mentre la ricerca mostra che esiste una relazione tra abitudini alimentari e salute cardiovascolare, attualmente non ci sono prove sufficienti per dimostrare che determinati modelli alimentari causano benefici migliori e duraturi.

Sono necessari ulteriori studi a lungo termine sulle abitudini alimentari prima che si possano trarre conclusioni sull'impatto della frequenza dei pasti su malattie cardiache e diabete.

"Suggeriamo di mangiare consapevolmente, prestando attenzione alla pianificazione di ciò che si mangia e quando si mangiano pasti e spuntini, per combattere il mangiare emotivo.Molte persone trovano che le emozioni possano scatenare episodi alimentari quando non hanno fame, il che spesso porta a mangiare troppe calorie da alimenti che hanno un basso valore nutrizionale. "

Marie-Pierre St-Onge, Ph.D.

St-Onge e colleghi affermano inoltre che esiste un legame tra il digiuno occasionale, cioè 1-2 volte alla settimana o ogni altro giorno, e la perdita di peso a breve termine.

"Tutte le attività hanno un posto in un programma fitto di impegni, tra cui un'alimentazione sana ed essere fisicamente attivi", afferma St-Onge. "Queste attività dovrebbero essere pianificate in anticipo e dedicare loro un tempo adeguato", conclude.

Scopri se la carne rossa è buona o cattiva per la salute.

Categorie Popolari

Top