Raccomandato, 2019

Scelta Del Redattore

Un posto di lavoro rumoroso potrebbe influenzare il tuo cuore
La mancanza di "sonno di bellezza" potrebbe ostacolare la tua vita sociale
Virus Zika: la cura si avvicina allo studio di mappatura delle proteine

Cancro colorettale: l'aggiunta di SIRT alla chemioterapia aumenta la sopravvivenza

L'aggiunta di radioterapia interna selettiva alla chemioterapia standard di prima linea mFOLFOX6 in pazienti con carcinoma del colon-retto metastatico dominante solo fegato o fegato ha portato a notevoli aumenti della sopravvivenza globale mediana per i pazienti con tumori primari del lato destro, rivela una nuova ricerca.


I ricercatori hanno scoperto che l'aggiunta di SIRT alla chemioterapia può aumentare la sopravvivenza del cancro del colon-retto.

L'analisi post-hoc degli studi globali SIRFLOX e FOXFIRE, presentata come un ultimo tentativo al XIX Congresso Mondiale dell'ESMO sul cancro gastrointestinale - tenutosi a Barcellona, ​​in Spagna - non ha mostrato vantaggi di sopravvivenza per i tumori primari del lato sinistro.

"I nostri risultati richiedono ulteriore convalida e soggetti a questo, possono supportare considerando l'uso precedente di radioterapia interna selettiva (SIRT) per i pazienti con carcinoma del colon-retto metastatico (mCRC) con metastasi solo fegato o dominante del fegato da tumori primari lato destro," ha detto il presentatore Prof. Guy van Hazel, dell'Università di Western Australia a Perth.

"Questi risultati sono una buona notizia per i pazienti con tumori del lato destro, che hanno una prognosi molto peggiore e un minor numero di opzioni di trattamento rispetto ai pazienti con tumori del lato sinistro", ha aggiunto.

La localizzazione del tumore primario in mCRC sta emergendo come fattore prognostico e fattore predittivo di risposta al trattamento.

Ad esempio, uno studio di Fausto Petrelli, pubblicato in JAMA Oncologia nel 2016, ha suggerito che i pazienti con tumori primari del lato destro hanno una risposta inferiore al trattamento e una prognosi peggiore rispetto ai pazienti con tumori primari del lato sinistro.

Testare l'efficacia e la sicurezza di SIRT

SIRT, che è disponibile in Europa dal 2003, è una forma di radioterapia interna che coinvolge microsfere di resina Y-90 (diametro tra 20 e 60 micron) che viene erogata utilizzando un catetere nell'arteria epatica. Le microsfere beta emettitori di radiazioni si depositano preferenzialmente nella microvascolarizzazione che circonda i tumori, riducendo al minimo gli effetti sistemici.

Gli studi globali SIRFLOX, FOXFIRE e FOXFIRE sono stati progettati per valutare l'efficacia e la sicurezza di SIRT più la chemioterapia di prima linea a base di oxaliplatino per mCRC non resecabile.

Per l'analisi combinata, in cui 554 pazienti hanno ricevuto la chemioterapia più SIRT e 549 hanno ricevuto solo la chemioterapia, la sopravvivenza complessiva mediana è stata di 22,6 mesi rispetto a 23,3 mesi, rispettivamente (HR: 1,04 [IC 95%: 0,90-1,19]; p = 0,609).

Per l'analisi post-hoc, la posizione del tumore primitivo è stata acquisita in modo prospettico sulle forme di case report nelle coorti SIRFLOX e FOXFIRE Global, con tumori del lato destro definiti come qualsiasi tumore primario prossimale alla flessura splenica e tumori del lato sinistro come qualsiasi tumore primitivo alla flessione splenica, il colon più distale o retto.

I dati sul lato sono disponibili per 739 pazienti nella coorte SIRFLOX e FOXFIRE Global, ma non sono stati catturati per la coorte del Regno Unito FOXFIRE.

SIRT più chemio prolungata sopravvivenza

I risultati hanno mostrato che la sopravvivenza globale mediana per i pazienti mCRC con tumori del lato sinistro era di 24,6 mesi nella chemioterapia più braccio SIRT rispetto a 26,6 mesi nel braccio in chemioterapia (HR 1,12, IC 95% 0,92-1,36; p = 0,279).

Ma la sopravvivenza globale mediana per i pazienti mCRC con tumori del lato destro era di 22 mesi per la chemioterapia più braccio SIRT rispetto a 17,1 mesi per il braccio chemioterapico da solo (HR 0,64, 95 percento CI 0,46-0,89; p = 0,007).

Anche un test statistico standard dell'interazione del trattamento per localizzazione per la sopravvivenza globale si è rivelato molto significativo per la faccia del tumore (Chi-quadro: 9,49; p = 0,002; HR 0,58 [IC 95%: 0,37-0,80]).

Parlando alla conferenza stampa, il Dr. Harpreet Wasan - dell'Imperial College Healthcare NHS Trust nel Regno Unito - ha dichiarato: "Un'ipotesi è che i cancri del lato destro non solo peggiorano [...] ma sono più resistenti alla chemioterapia. essere più sensibili alla radioterapia, che ha un meccanismo d'azione completamente diverso ".

La mancanza di risultati positivi per l'analisi generale, ha aggiunto il dott. Wasan, potrebbe essere dovuta all'inclusione di pazienti con tumori metastatici al di fuori del fegato. "Sebbene la SIRT possa controllare la malattia del fegato, non può controllare la malattia extra del fegato", ha detto.

Scopri come parti della dieta mediterranea potrebbero aiutare a prevenire il cancro del colon-retto.

Categorie Popolari

Top